img-book

Alle porte di Città Alta 33 itinerari e innumerevoli varianti. 115 strade, scalette, sentieri, funicolari per salire (rigorosamente a piedi o in bicicletta).

di: Roberto Cremaschi, Perlita Serra, Valentina Bailo,

Salire in Citta’ Alta a piedi , un piacere da riscoprire .

33 itinerari e innumerevoli varianti attraversando il territorio della citta’ di Bergamo passeggiando per strade,scalette,sentieri,funicolari per salire ( rigorosamente a piedi o in bicicletta) alle porte di Citta’ Alta .

 

Cartine e fotografie a colori
Formato: brossura

 10,00

Solo 1 pezzi disponibili

Quantità:
L’Autore
Libri di Roberto Cremaschi
L’Autore
Libri di Perlita Serra
L’Autore
Libri di Valentina Bailo
Informazioni sul Libro
Anteprima

Qual è il modo migliore per conoscere o “ri-conoscere” un territorio, per cogliere particolari, sfumature, angoli di vita quotidiana? Sicuramente quello di girare a piedi: i nostri sensi possono esplorare senza fretta i dintorni cogliendo immagini, profumi, colori, voci, silenzio; la direzione di marcia può cambiare, le soste moltiplicarsi, consentendo di prolungare a piacimento il contatto con quanto ci circonda. Difficile da fare se si viaggia in auto o in moto. Questo può valere per qualsiasi parte di città o paese, ma in maggior misura vale per i luoghi antichi, collegati fra loro da sentieri e tracciati che sono essi stessi ricchi di storia e meritevoli di essere scoperti, conosciuti e gustati.
Il bene più prezioso di Bergamo – Città Alta e i colli – è a rischio proprio per l’assalto delle auto. Auto che cercano lo spazio per salire, per manovrare, per parcheggiare. Le cronache recenti (e passate) ne sono testimoni.
Da qui il senso del libro-guida “a” Città Alta (non guida “di” Città Alta) promosso dall’Associazione per Città Alta e i Colli e giunto alla quarta edizione (aggiornata): consentire la ri-scoperta delle vie maestre che portano in Città Alta, ma anche della fitta rete di stradine, scalette, sentieri, un tempo abitualmente percorsi da molta gente, che mantenevano in stretto collegamento le due parti di Bergamo. Scoprire che si può – senza eccessiva fatica, ma con molto gusto – arrivare rapidamente in Città Alta anche senza infilarsi in auto e rovinarsi il fegato alla ricerca di un parcheggio. Un modo slow di accostarsi a Città Alta, per godersela in maniera altrettanto slow (meno auto salgono, meglio si sta tutti).
Autori del volume (168 pagine a colori, con mappe dettagliate e fotografie, dati puntigliosi su lunghezze e i dislivelli, le bellezze storico-artistiche da vedere fino alle fontanelle dove dissetarsi, ristoranti e linee di autobus) sono Valentina Bailo, Roberto Cremaschi e Perlita Serra: hanno individuato e percorso 115 strade, stradine, scalette, sentieri e le due funicolari riproponendole in 33 itinerari divisi in sei zone,  tutt’attorno ai colli. L’ambizione è presentare tutte le possibilità di salire da Città Bassa fino alle porte delle Mura veneziane, cominciando dalla Noca e via via passando per il centro, la Conca d’Oro, la Valle d’Astino, la zona di Fontana-Sombreno e infine il versante nord delle Mura. Da percorrere a piedi o in bicicletta.

N.B. : del presente volume esiste la versione in lingua inglese

Dettagli

SKU: 0004
Editore: Associazione per Città Alta e i Colli di Bergamo
Data di Pubblicazione: 2015
Numero Pagine: 168

“Alle porte di Città Alta 33 itinerari e innumerevoli varianti. 115 strade, scalette, sentieri, funicolari per salire (rigorosamente a piedi o in bicicletta).”

Non ci sono ancora recensioni.