Con una spesa di 70 Euro la spedizione è gratuita, lo sapevi? Solo per spedizioni in Italia
Giorgio Ravasio

Crespi d’Adda

La città del lavoro proficuo, dell’utopia sociale e della metafora architettonica
Questo è un viaggio dentro una aspirazione industriale e alle origini di una utopia, in fondo ad una storia di macchine e di formiche, di ostinazione e di illusioni, di presunzione e di fatiche disumane.

È il resoconto della testarda volontà di un uomo ricco, autoritario, ostinato a portare avanti i suoi sogni e di suo figlio che cercherà di realizzarli compiutamente.
È la vicenda del luogo che doveva diventare, all’inizio di questa storia, nel 1876, un modello ideale ma che si è trasformato in una miraggio irraggiungibile, nel segno evidente di una decadenza prematura e ineluttabile.
È l’appassionante cronaca dell’ascesa di un sogno e del declino di una ambizione.
È la storia di Crespi d’Adda come nessuno ve l’ha mai raccontata.

 16,00

1 disponibili

Sommario
1 – Introdursi
2 – Perdersi e ritrovarsi a Crespi d’Adda
3 – La fabbrica estinta e l’archeologia del lavoro
4 – Per una visita consapevole del villaggio operaio
5 – Simbolismo iconografico della metafora architettonica
6 – Prospettive e (de)gradazioni
7 – Dardi bibliografici

Informazioni aggiuntive

Peso300 g
Dimensioni22 × 14 cm
Autore

Editore

Anno

ISBN

9788862083331

Pagine

188

Legatura

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Crespi d’Adda”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare…