Con una spesa di 70 Euro la spedizione è gratuita, lo sapevi? Solo per spedizioni in Italia

Come era Bergamo nel primo Ottocento

Google Translate:

Un volume riccamente illustrato che pubblica per la prima volta le mappe catastali del 1810 confrontandole con le attuali immagini satellitari. A corredo dell’opera i dettagliati testi con cui Giovanni Maironi da Ponte descriveva l’area all’epoca e che permettono oggi di rivisitarla con gli occhi di allora.

 30,00

2 disponibili (ordinabile)

Indice
Città Alta e Bassa / Uno scambio virtuoso
Città Alta
Mura Venete / Patrimonio tutelato
Porta San Giacomo / Guardare lontano
Via San Giacomo / L’ingresso in Città Alta
Fontanone / La storia maestra di vita
Via Gombito / Un’eredità urbanistica
Piazza Vecchia / Il cuore della città
Piazza Duomo / La ricchezza della fede
Via Colleoni / Celle affrescate
Cittadella / Attente prospettive amministrative
Porta Sant’Alessandro / Un punto cardinale
Corpi Santi
San Vigilio / Comunità di ieri e di oggi
Borgo Canale / Il più antico dei borghi
Val d’Astino / Ritorno all’arte e alla natura
Città Alta
Porta San Lorenzo / Verso le valli orobiche
Corpi Santi
Castagneta / Boschi, torrenti e sentieri protetti
Città Alta
Porta Sant’Agostino / Condividere il sapere
Corpi Santi
Valtesse / Una cintura dinamica
Città Bassa
Borgo San Tomaso / Lasciti generosi in mostra
Corpi Santi
Borgo Santa Caterina / Tradizioni popolari
Città Bassa
Borgo Pignolo / Spazi urbani vecchi e nuovi
Corpi Santi
Borgo Palazzo e Boccaleone / Lo stradone postale verso Brescia
Città Bassa
Sentierone / Seicento botteghe per l’Europa
Porta Nuova / Un viale verso il progresso
Piazza della Libertà / Progetti per un capoluogo moderno
Borgo San Leonardo / ‘Magnifico tempio’
Via San Bernardino / I confini meridionali  dell’abitato
Corpi Santi
Via Broseta e Loreto / La via della seta

Informazioni aggiuntive

Peso1000 g
Dimensioni28 × 28 cm
A cura di

Editore

Anno

Pagine

112

Illustrazioni

Legatura

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Come era Bergamo nel primo Ottocento”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.